per noi la sicurezza viene prima di tutto

Lavorare sui tetti può essere pericoloso. Basta una piccola distrazione per subire cadute o infortuni.  Ecco perché coloro che lavorano sui tetti devono poter disporre di dispositivi di protezione. Per le attività ad altezze pericolose, come gli interventi di manutenzione del tetto, è indispensabile impiegare il giusto sistema di sicurezza delle persone sotto forma di dispositivi e protezioni anticaduta.

Tali sistemi sono richiesti e chiaramente regolamentati da norme, raccomandazioni, condizioni e disposizioni vigenti in materia di sistemi di sicurezza delle persone. Il concetto di sistema di sicurezza delle persone comprende, tra le altre cose, i dispositivi e i sistemi di protezione anticaduta, nonché altre misure adottate per mettere in sicurezza le persone durante lo svolgimento del proprio lavoro.

Oltre all’utente stesso, ne sono responsabili i progettisti e i proprietari dell’immobile. Grazie alla nostra esperienza pluriennale e al nostro elevato livello di competenza, offriamo una pianificazione dei sistemi di protezione anticaduta competente e adattata all’immobile.

dispositivi e protezioni anticaduta

Come parte integrante dei sistemi di sicurezza delle persone, i dispositivi di protezione individualeanticaduta (DPI anticaduta) proteggono dalla caduta chi lavora ad altezze pericolose, ad esempio per interventi di manutenzione del tetto.

Informazioni sull’impiego dei dispositivi di protezione individuale (DPI) sono disponibili anche nella Legge sull’assicurazione contro gli infortuni (LAINF), nella Legge sul lavoro (LL) e nell’Ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr). Già a partire da un’altezza di 2 m è necessario adottare misure di protezione. Se l’altezza di caduta da un tetto piano è superiore a 2 m, ai sensi dell’OLCostr devono essere adottate misure di protezione. Il sistema di dispositivi e protezioni anticaduta da definire su un tetto è indicato dalle classi di allestimento, che si basano al livello di manutenzione richiesto:

Classe di allestimento 1

I tetti piani con intervalli di manutenzione ridotti possono essere equipaggiati con punti singoli di ancoraggio e un sistema di arresto cadute temporaneo (Life Line). Il personale va tuttavia formato approfonditamente in materia di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale anticaduta (DPI anticaduta).

Classe di allestimento 2

Come protezione anticaduta vanno impiegati sistemi di ancoraggio con guide orizzontali (ad esempio sistemi di sicurezza con rotaie o funi). La fune di arresto caduta ha una lunghezza fissa di max 2,0 m e non può essere prolungata, rendendo in tal modo impossibile una caduta dal bordo del tetto. Sono autorizzati a usare questo tipo di sistemi di sicurezza delle persone soltanto coloro che hanno seguito la formazione per DPI anticaduta.

Classe di allestimento 3

La protezione laterale in corrispondenza dei bordi del tetto, di vie di transito e postazioni di lavoro è una protezione anticaduta tecnica permanente o temporanea installata sul tetto (protezione collettiva). In tal modo gli addetti possono muoversi liberamente sulla superficie del tetto senza dover utilizzare imbracature anticaduta o sistemi di sicurezza con funi. Questo sistema deve essere predisposto in caso di frequenti ispezioni del tetto, installazioni ad alto livello di manutenzione e aree aperte senza protezioni.

GREENLINE e RoofX: sistemi di funi a montaggio fisso

Il sistema GreenLine è pensato per la protezione di più persone e, a seconda del prodotto, è adatto a tetti piani e facciate o come sistema ad altezza sopratesta. Permette un ancoraggio sicuro con uno spostamento illimitato degli elementi di rinforzo intermedi e angolari grazie a un pattino di scorrimento per la fune in acciaio inossidabile.

DIASAFE BALLASTED: sistema di funi con fissaggio a zavorra

DiaSafe Ballasted è un sistema con fissaggio tramite zavorra. La forza di trazione generata dalla caduta viene trasmessa al basamento di ritenuta e al telone di sicurezza laminato. Questa protezione anticaduta può essere impiegata come sistema di ritenuta o di arresto caduta e assicura una grande libertà di movimento e flessibilità.

BARRIAL e DIASAFE GUARD: protezione collettiva

Il parapetto di sicurezza Barrial è disponibile nelle versioni a montaggio fisso, autoportante e ribaltabile, adattabili in base alle caratteristiche dell’edificio e del progetto edile: ad esempio come parapetto di sicurezza per macchinari o impianti, come protezione anticaduta su tetti piani e per l’installazione a posteriori in immobili senza possibilità di fissaggio meccanico.

Desiderate una
consulenza tecnica?

Contatto

Registrazione Newsletter

Restare sempre aggiornato!